Test atletici


YO-YO Test

YOYO
Specifiche Operative – Settore Tecnico Arbitrale

Lo Yo-Yo Intermitten Recovery Test costituisce una valida opportunità per stimare la capacità di un Arbitro di far fronte con successo all’impiego di gioco svolto ad alta intensità. Lo scopo è quindi quello di valutare l’efficienza dell’arbitro nell’effettuare fasi ad altà intensità con ridotto tempo di recupero e per tempi prolungati.

Istruzioni operative

Il test consiste nell’effettuare il maggior numero di corse a navetta tra due linee poste ad una distanza di 20 m. Questo ad un ritmo progressivo imposto da un dettato sonoro (beep acustici).

Dopo ciascuna frazione di 40 m (20 + 20 m) l’arbitro recupera per 10 secondi coprendo in questo tempo una distanza di 10 m (5 + 5 m)  in maniera attiva. L’arbitro dovrà poi avere la premura di attendere il prossimo segnale di partenza da fermo. Nel corso del test una voce registrata indicherà il livello di percorrenza. L’arbitro dovrà arrivare con un piede sulla a fronte in tempo con il segnale sonoro (beep) scandito dal dettato sonoro.

Nel caso in cui l’arbitro non sia in grado di giungere in tempo con il segnale sonoro per due volte anche non consecutive sulla linea di competenza, verrà escluso dalla prova. Ogni ritardo verrà segnalato con una ammonizione e due di queste determineranno la fine della prova.

Lo scopo del Test è quello di percorrere il maggior numero di frazioni di 40 m (20 +20 m) possibile. Il termine della prova avviene per decisione dell’arbitro o per somma di ammonizioni. Non è possibile rinunciare a partire per una navetta o invertire il senso di corsa prima di aver toccato con il piede la linea. L’arbitro deve sempre toccare con un piede la linea di inversione anche se in ritardo.


ARIET Test

ARIET

Specifiche Operative – Settore Tecnico Arbitrale

L’Assistant Referee Intermittent Endurance Test (ARIET) costituisce una valida opportunità per stimare la capacità di un Assistente Arbitro e di un Arbitro di Calcio a 5 di far fronte con successo all’impegno di gioco svolto ad altà intensità. Lo scopo dell’ARIET è quindi quello di valutare l’efficienza nell’effettuare fasi ad alta intensità con ridotto tempo di recupero (5”) e per tempi prolungati impiegando spostamenti specifici quali la corsa e lo scivolamento laterale a navetta.

Istruzioni Operative

Il test consiste nell’effettuare il maggior numero di navette muovendosi alternando, ogni due di queste, corsa avanti e laterale tra due linee poste ad una distanza rispettivamente di 20 m (per la corsa avanti) e 12, 5 m. (per lo scivolamento laterale). Questo ad un ritmo progressivo imposto da beep sonori.

Dopo ciascuna frazione di 40 m (20 + 20 m corsa avanti a navetta) e di 25 m (12,5 + 12,5 m scivolamento laterale a navetta) l’arbitro recupera 5 secondi coprendo in questo tempo una distanza di 5 m in maniera attiva.

Buone prestazioni in questo test sono indice di una buona efficienza fisica indispensabile per affrontare con successo la gara.


LIMITI TEST ATLETICI

Per risultare idoneo, l’arbitro dovrà percorrere nelle prove assegnate i limiti minimi stabiliti dal proprio Organo Tecnico e consultabili nella tabella sottoriportata.

limiti